Raccomandazioni

La carenza di vitamina E può causare crisi di epilessia durante la gravidanza


Le donne in gravidanza e i bambini in gravidanza sono importanti per avere un'adeguata assunzione di vitamine. Inoltre, l'assunzione deve essere aumentata in proporzione alle quantità giornaliere, poiché l'organizzazione è anche più reattiva.

La carenza di vitamina E può causare crisi di epilessia durante la gravidanza

Le vitamine D, B e C sono importanti tra le vitamine, ma molto meno importanti sono la vitamina E. Ma la sua importanza è indiscutibile, ma poco è sottolineato. dr. Erika Balaicza sei un amante dell'aiuto di ratkotunde.hu.

Che cos'è la vitamina E?

Questo materiale è considerato dagli scienziati come tocoferolo. Il greco è una combinazione di tokos greci e parole ferein che significano "promuovere il parto". Da questo, è molto bello vedere quanto sia importante questa vitamina nella dieta principio attivo cellulare antiossidante. Il suo ruolo è di neutralizzare i radicali liberi creati dallo sforzo attraverso l'esercizio. All'aumentare dell'assorbimento di ossigeno, anche i suoi effetti ossidativi vengono potenziati e si formano i cosiddetti radicali liberi. E queste formule sono dannose per le cellule, i tessuti e aiutano a scomporle. Antiossidanti come la vitamina E neutralizzano questo effetto, proteggono la membrana cellulare e i tessuti, tuttavia non solo la madre anche il bambino ha un grande effetto. svolge anche un ruolo nell'allenamento del sangue e nell'adeguato allenamento muscolare.

Cosa succede se non hai abbastanza vitamina E

Un'adeguata assunzione di vitamine, sostanze nutritive e oligoelementi è essenziale durante la gravidanza. La carenza di vitamina E influenza anche lo sviluppo del feto. Questo è dove può svilupparsi prima crisi di epilessia, che deriva dalla maggiore pressione del sangue e dalla ritenzione idrica. Inoltre, la carenza di vitamina E può essere motivo di preoccupazione a causa di una carenza di basso peso alla nascita e un importante ruolo difensivo nello sviluppo del cervello. 20 milligrammi al giorno. Parte di questo è ben coperto da una dieta equilibrata, poiché è presente in quantità maggiori in oli vegetali, arachidi, mandorle e muesli, nonché in uova e uova. Inoltre, la maggior parte degli esperti consiglia di assumere integratori vitaminici durante la gravidanza, ma dovresti anche prestare molta attenzione a come viene utilizzata la sostanza!

Hasznosulбs?

La dott.ssa Erika Balaicza ha affermato che, sfortunatamente, nutrienti, vitamine, oligoelementi e minerali non sono solo introdotti nel corpo, ma la sua utilità deve essere enfatizzata. Nel caso della vitamina E, la combinazione di vitamina C e selenio aiuta l'assorbimento, riducendo il colesterolo, il concepimento e alti livelli di ferro e rame anche nelle diete i composti organici, composti presenti in natura, sono utilizzati in misura molto maggiore rispetto alle loro controparti di legame inorganico. La composizione complessa e la corretta delineazione eliminano la possibilità di inibire l'assorbimento reciproco. Fonte: ratkotunde.hu
- Vuoi un bambino? Riempi prima il tuo deposito di vitamine
- Ecco perché è importante avere la giusta quantità di vitamina D durante la gravidanza